Questo sito utilizza cookie per implementare la tua navigazione e inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più clicca leggi

Sei qui: HomeAutori Scienzeonline.comArcheologiaResti di una antica acropoli scoperti in Turchia

Resti di una antica acropoli scoperti in Turchia

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Scoperto in Turchia un antico palazzo governativo di origine neo-assira

La scoperta è stata fatta da un gruppo di archeologi dell'università di Mainz, guidati dal professor Dirk Wicke nell'ambito di un progetto internazionale di scavi archeologici. Gli scavi, condotti fra le rovine di Ziyaret Tepe,nel sud-est della Turchia, hanno portato alla luce i resti di un palazzo governativo neo assiro datato fra il nono e il settimo secolo a.c.

Ziyaret Tepe, antica Tushan, divenne capitale nel secondo millennio a.c., quando l'intera regione cadde sotto il dominio degli Assiri. Secondo le iscrizioni lasciate dal regnante assiro Assurnasirpal, la costruzione del palazzo amministrativo risalirebbe  all'882 a.c.
Gli scavi archeologici hanno portato alla luce parte dell'acropoli e dell'area residenziale. Nelle stanze sono stati rinvenuti affreschi sulle pareti.
La scoperta più sorprendente riguarda la presenza di cremazioni all'interno di pozzi scavati nel cortile del palazzo.
Cinque le installazioni finora scoperte, due delle quali conservano ricchi tesori. All'interno delle tombe gli archeologi hanno trovato uno spesso strato di cenere e resti di ossa bruciate, ma anche oggetti decorativi, come vasi di bronzo, contenitori di avorio, sigilli e pietre preziose,a dimostrazione che i resti rinvenuti dovevano appartenere a personaggi importanti che abitavano nel palazzo.
Gli oggetti sono molto simili a quelli trovati nelle capitali assire di Assur e Klhu/Nimrud, in Iraq.  

Flash News

 

 
26/03 - 18/10/2019
Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali

La mostra presenta reperti in bronzo, oro, giada e terracotta, databili dall’età del bronzo (II millennio a.C.) fino all’epoca Han (II secolo d.C.) provenienti da importanti istituzioni cinesi.

L’Esposizione è realizzata sotto la guida dell’Ufficio Provinciale della cultura del Sichuan e patrocinata dall’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in Italia. L’intento della mostra è far conoscere i tratti evocativi della cultura del popolo Shu, raccontata attraverso i suoi oggetti più significativi, come le misteriose maschere in bronzo provenienti dagli scavi archeologici del sito di Sanxingdui.

Un percorso straordinario nella vita sociale e nel mondo spirituale dell’antico popolo Shu, che proprio su questa terra nel sud-ovest della Cina ha creato una civiltà unica. Saranno esposte eccezionali opere in bronzo, oro, giada e terracotta – databili dall’età del bronzo (II millennio a.C.) fino all’epoca Han (II secolo d.C.) – rinvenute nei siti di Sanxingdui e Jinsha (solo per citarne alcuni) e provenienti da importanti istituzioni cinesi come il Museo di Sanxingdui, il Museo del Sito Archeologico di Jinsha, il Museo del Sichuan, il Museo di Chengdu, l’Istituto di ricerca di reperti e archeologia di Chengdu, il Museo di Mianyang, il Museo Etnico Qiang della Contea di Mao.

Come le origini di Roma sono state legate al Tevere, così la nascita del popolo di Shu è stata segnata dallo scorrere dello Yangtze, il Fiume Azzurro. Il Fiume Azzurro costituisce il filo conduttore della mostra ed è significativamente tracciato sull’installazione dorata ispirata a un dragone cinese che invaderà lo spazio centrale della Grande Aula, accogliendo i visitatori. Questo e altri effetti scenografici potenziati dal contesto monumentale dei Mercati di Traiano esalteranno gli straordinari reperti, che per la prima volta sono presentati in un’esposizione così estesa in Europa, ora a Roma dopo la tappa di Napoli.

Leggi tutto...

Cerca nel Sito

Archivio Agenziadistampa 2001-2012

Per Visitare il vecchio archivio Articoli di Agenziadistampa.eu andate alla pagina www.agenziadistampa.eu/index-archivio.html

Scienzeonline.com
Autorizzazione del Tribunale di Roma n 227/2006 del 29/05/2006 Agenzia di Stampa a periodicità quotidiana - Pubblicato a Roma - V. A. De Viti de Marco, 50 - Direttore Responsabile: Guido Donati.

Agenziadistampa.eu - tvnew.eu
Direttore Responsabile Guido Donati
Autorizzazione del Tribunale di Roma n 524/2001 del 4/12/2001 Agenzia di Stampa quotidiana - Pubblicata a Roma - V. A. De Viti de Marco, 50