Questo sito utilizza cookie per implementare la tua navigazione e inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più clicca leggi

Sei qui: HomeAutori Scienzeonline.comAstronomiaAstrofisica da record per l'Agenzia Spaziale Italiana

Astrofisica da record per l'Agenzia Spaziale Italiana

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

2008 da record per l’Agenzia Spaziale Italiana e l’esplorazione del cosmo. Infatti nella lista dei più importanti risultati della Fisica per l'anno 2008, riportata sul numero 879 di dicembre dell'American Institute of Physic Bullettin of Research News e divisa in dieci aree tematiche, ben cinque riguardano ricerche condotte da missioni spaziali che vedono l'ASI in primo piano.

 

“Un un gran bel risultato per i ricercatori italiani e per l'Agenzia” è il soddisfatto commento di Enrico Flamini a capo dell’Unità Osservazione dell'Universo dell’ASI che ha ricordato il ruolo che l’Italia e l’ASI ha da sempre nell’ambito della ricerca spaziale e che è stato recentemente ribadito nell’ultimo vertice ministeriale dell’ESA dove l’Italia ha segnato la propria leadership nell’ambito dell’esplorazione robotica dell’Universo.

Di seguito i risultati segnalati dalla rivista e il ruolo italiano:

1. la scoperta dei geyser d'acqua su Encelado effettuata dalla sonda Cassini, una missione congiunta NASA-ASI-ESA, con un contributo determinante dello spettrometro italiano VIMS;

2. la scoperta di depositi di ghiaccio al di fuori dei poli fatta da ambedue i radar dell’ASI, Marsis a bordo della sonda europea Mars Express, e SHARAD, sulla sonda NASA Mars Recoinassance Orbiter;

3. la determinazione delle strutture delle nubi di Venere che ha visto il sostanziale contributo dello strumentoVIRTIS, evoluzione di VIMS, sulla sonda europea Venus Express;

4. l'osservazione, fatta da Swift, missione NASA con un fondamentale contributo italiano,del più brillante Gamma Ray Buster mai osservato proveniente da un oggetto distante 7 miliardi di anni luce o, in altri termini, da sette miliardi di anni fa quando l'universo aveva solo la metà della sua età odierna;

5. l'evidenza di un eccesso di elettroni, con  energia di centinaia di GeV, nei raggi cosmici misurata della missione Pamela, in collaborazione russa Roscomos e che è correntemente interpretata come possibile evidenza dell'annichilazione di particelle pesanti della dark matter.

http://www.asi.it/

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Flash News

Le bugie atomiche dei nuclearisti, prima e dopo Fukushima Scienziati ambientalisti svelano i “bachi” dei reattori Epr che il Governo vorrebbe portare in Italia E inoltre in questo numero: l’inchiesta sui rifiuti sanitari smaltiti illegalmente, le proposte turistiche di Legambiente Turismo e un mini-corso per costruirsi una bici riciclataLeggi tutto...

Cerca nel Sito

Archivio Agenziadistampa 2001-2012

Per Visitare il vecchio archivio Articoli di Agenziadistampa.eu andate alla pagina www.agenziadistampa.eu/index-archivio.html

Scienzeonline.com
Autorizzazione del Tribunale di Roma n 227/2006 del 29/05/2006 Agenzia di Stampa a periodicità quotidiana - Pubblicato a Roma - V. A. De Viti de Marco, 50 - Direttore Responsabile: Guido Donati.

Agenziadistampa.eu - tvnew.eu
Direttore Responsabile Guido Donati
Autorizzazione del Tribunale di Roma n 524/2001 del 4/12/2001 Agenzia di Stampa quotidiana - Pubblicata a Roma - V. A. De Viti de Marco, 50

Free business joomla templates