Questo sito utilizza cookie per implementare la tua navigazione e inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più clicca leggi

Sei qui: HomeAutori Scienzeonline.comEpidemiologiaIl rischio tubercolosi negli immigrati e nei viaggiatori

Il rischio tubercolosi negli immigrati e nei viaggiatori

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Il recente caso di TB cavernosa in una prostituta nigeriana venuta a morte ha riportato all’attenzione generale il rischio TB nella popolazione immigrata e di conseguenza nella popolazione italiana. La tubercolosi rappresenta ancora un problema sanitario di grande importanza a livello globale.

Nei paesi occidentali, la TB torna a preoccupare per due motivi: l’immigrazione di massa di persone provenienti da aree endemiche e l’associazione della TB con l’ HIV. La TB è estremamente diffusa in Africa, in molti paesi dell’Asia, in Perù, ma anche in paesi europei come la Romania, la Russia ed i paesi dell’ex URSS.
 
E’ importante sottolineare come il rischio maggiore sia rappresentato dagli immigrati, da quelle persone cioè di cui non si conosce lo stato di salute, da quelle persone non censite sul piano sanitario. Lo Stato deve vigilare scrupolosamente affinché le persone immigrate siano sottoposte a screening per valutare lo stato vaccinale relativamente alle malattie diffusibili come la polio, l'epatite B, il morbillo e per valutare la presenza di TB in fase attiva.

Per quanto riguarda i viaggiatori,  il rischio è generalmente basso, ma i viaggiatori che soggiornano per tre mesi e più in paesi endemici possono correre un rischio di contrarre l’infezione simile a quello dei residenti. Oltre che dalla durata del soggiorno, Il rischio di contagio dipende anche dalle condizioni di vita. è alto per esempio negli operatori sanitari, nel personale della protezione civile, nei missionari, ecc. E’ stato dimostrata inoltre la possbilità di un contagio per via aerea durante i voli aerei.

Le Linee-guida dell’OMS su TB e Air Travel sottolineano che, in condizioni normali, la qualità dell’aria sugli aeroplani commerciali è più alta rispetto a quella della maggior parte degli edifici. I passeggeri che viaggiano in aereo con percorrenze di durata maggiore alle 8 ore possono essere a più alto rischio di infettarsi di TB se siedono vicino a qualcuno con una TB attiva, ma il rischio deve esser considerato simile a quello esistente in altre circostanze quando la gente si trova insieme in uno spazio confinato. Un contatto breve con un individuo infetto pone un rischio basso di essere contagiati.
In un mondo caratterizzato dalla mobilità internazionale, la conoscenza della TB deve essere obbligatoria in tutti coloro che esercitano la professione medica.


Walter Pasini
Direttore Centro Europeo Global Health

Flash News

Porte aperte il 28 e 29 marzo all'ESRIN, lo stabilimento dell'Agenzia Spaziale Europea in Italia che sorge a Frascati (RM), per l'ormai abituale Open Day di primavera per le scuole elementari e medie. L'Open Day offre agli studenti la possibilità di incontrare senza mediazioni la scienza dell'Agenzia Spaziale Europea, 'toccando con mano' le frontiere della ricerca spaziale europea.

Leggi tutto...

Cerca nel Sito

Archivio Agenziadistampa 2001-2012

Per Visitare il vecchio archivio Articoli di Agenziadistampa.eu andate alla pagina www.agenziadistampa.eu/index-archivio.html

Scienzeonline.com
Autorizzazione del Tribunale di Roma n 227/2006 del 29/05/2006 Agenzia di Stampa a periodicità quotidiana - Pubblicato a Roma - V. A. De Viti de Marco, 50 - Direttore Responsabile: Guido Donati.

Agenziadistampa.eu - tvnew.eu
Direttore Responsabile Guido Donati
Autorizzazione del Tribunale di Roma n 524/2001 del 4/12/2001 Agenzia di Stampa quotidiana - Pubblicata a Roma - V. A. De Viti de Marco, 50

Free business joomla templates