Questo sito utilizza cookie per implementare la tua navigazione e inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più clicca leggi

Sei qui: HomeAutori Scienzeonline.comComunicati StampaNetwork ZonaArte: chi ha detto che apprendere è noioso?

Network ZonaArte: chi ha detto che apprendere è noioso?

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
E’ difficile riuscire a condensare le numerose attività che Zonarte ha in serbo per coloro che parteciperanno alla sua seconda edizione. Si parte a maggio e si continua per tutta l’estate con laboratori, workshops di fotografia, proiezioni di films, momenti performativi, progetti speciali in collaborazione con Licei Artistici e Accademie di Belle Arti, appuntamenti di formazione, percorsi a tema, tavole rotonde. E ancora, percorsi per le famiglie, teatro, la festa finale.. Da segnalare assolutamente: l’eco-appuntamento domenicale con "Equilibri dinamici tra arte e natura”, un itinerario per uscire fuori dal museo e riscoprire gli spazi della città. E poi, tutti in viaggio per l’Italia attraverso le opere della collezione permanente della GAM, in relazione al progetto di rete nazionale Italiæ. Così l’apprendimento fa rima con divertimento: la formazione grazie all’arte contemporanea non è mai stata così innovativa!


13, 14, 15 maggio 2011
Zonarte 2011
GAM- Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea
promosso e sostenuto dalla Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT
in accordo con ARTISSIMA
a cura dei Dipartimenti Educazione: - Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea - Cittadellarte Fondazione Pistoletto - Fondazione Merz - Fondazione Sandretto Re Rebaudengo - GAM-Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea - PAV-Parco Arte Vivente Centro Sperimentale d’Arte Contemporanea
nell’ambito di CONTEMPORARY ART Torino+Piemonte


Flash News

Whores’ Glory di Michael Glawogger, presentato alla 68esima, nella sezione Orizzonti, è un film che propone una trilogia antologica sulla professione più antica del mondo, vista nell’ottica di tre culture differenti: thailandese, bangladese e messicana. Allo scopo di mostrarne i codici più intimi, trascendendo luoghi, lingue e religioni, la pellicola demarca un che di sociologico, un modo per riflettere sul ruolo della donna in quelle società cosiddette del Terzo Mondo. In un ventaglio anagrafico dai dodici ai quarant’anni, il “sesso pagato” il regista lo presenta in forma di documentario, offrendo allo spettatore una visione attenta e scrupolosa, ricca dei dettagli più intimi. La pellicola, infatti, esibisce particolari molto precisi, che non risultano volgari, solo perché trattasi di un documentario. Quel che ci si chiede, invece, è se vi sia un effettivo bisogno di indagare certe realtà, sia pur nella modalità usata, a scopo di sensibilizzazione. Benché il merito del cineasta vada anche cercato nel rapporto tra le prostitute e la religione, sempre in primo piano, pur sottolineandone le debite differenze di culto e culturali in genere, la perplessità resta.Leggi tutto...

Cerca nel Sito

Archivio Agenziadistampa 2001-2012

Per Visitare il vecchio archivio Articoli di Agenziadistampa.eu andate alla pagina www.agenziadistampa.eu/index-archivio.html

Scienzeonline.com
Autorizzazione del Tribunale di Roma n 227/2006 del 29/05/2006 Agenzia di Stampa a periodicità quotidiana - Pubblicato a Roma - V. A. De Viti de Marco, 50 - Direttore Responsabile: Guido Donati.

Agenziadistampa.eu - tvnew.eu
Direttore Responsabile Guido Donati
Autorizzazione del Tribunale di Roma n 524/2001 del 4/12/2001 Agenzia di Stampa quotidiana - Pubblicata a Roma - V. A. De Viti de Marco, 50

Free business joomla templates