Questo sito utilizza cookie per implementare la tua navigazione e inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più clicca leggi

Sei qui: HomeAutori Agenziadistampa.euFlussi migratori nel Mediterraneo: parlamentari europei in Tunisia per valutare la cooperazione con i paesi della regione

Flussi migratori nel Mediterraneo: parlamentari europei in Tunisia per valutare la cooperazione con i paesi della regione

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Dal 18 al 22 settembre una delegazione della commissione libertà civili sarà in Tunisia per valutare la cooperazione con i paesi della regione sulla gestione delle migrazioni. I deputati della commissione libertà civili (LIBE) saranno in Tunisia per raccogliere informazioni sulle operazioni di "ricerca e salvataggio" nel Mediterraneo e sulla situazione in Libia e discutere di liberalizzazione dei visti e accordi di riammissione con le autorità nazionali e locali e i rappresentanti di organismi internazionali e di ONG. Nel contesto della cooperazione dell’UE con i paesi dell'Africa in materia di migrazione e del lavoro legislativo in corso al Parlamento europeo sugli accordi di riammissione, la missione ha l’obiettivo di comprendere meglio la situazione dei migranti e dei richiedenti asilo, nonché il nuovo quadro di partenariato tra l'UE e la Tunisia.

"Proprio la settimana scorsa la commissione LIBE ha discusso con la Commissione europea gli accordi di riammissione, in particolare sui negoziati in corso tra l'UE e la Tunisia. La delegazione arriva in tempo utile e sosterrà il lavoro della commissione per valutare un futuro accordo di riammissione con la Tunisia", ha dichiarato Claude Moraes (S&D, Regno Unito), presidente della commissione LIBE e della delegazione.

 Libia: fondi UE e rispetto dei diritti umani

 I deputati discuteranno inoltre con varie ONG, tra cui l’UNHCR, e l’Organizzazione internazionale per le migrazioni, i progetti finanziati in Libia dal Fondo dell'UE per la migrazione. "Il monitoraggio dei fondi dell'UE, la formazione e il rispetto del principio di non respingimento sono questioni che continuano a riemergere nei dibattiti sulla migrazione della nostra commissione ed è fondamentale utilizzare questa delegazione per valutare se siano presenti meccanismi adeguati per monitorare le salvaguardie sui diritti umani", aggiunge la presidenza. La delegazione terrà una conferenza stampa a Tunisi giovedì 21 settembre (da confermare).

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Flash News

In data 10-08-2007
Veronica Rocco
 
Anno 4
Edizione Agosto 2007

8-9 marzo 2007. I capi di Stato e di governo dell’Unione Europea, riuniti a Bruxelles, approdano ad una storica decisione: sviluppare in modo prioritario una politica climatica ed energetica integrata e sostenibile.

Intanto la Commissione sui cambiamenti climatici istituita dall’Unione Europea, nel gennaio del 2007 si è fatta portavoce di una “nuova rivoluzione industriale”. Il piano d’azione enunciato dalla Commissione prevede, tra l’altro, un incremento del 20% delle energie rinnovabili entro il 2020. Per la stessa data, in assenza di un consenso internazionale, l’UE si impegna a limitare del 20% le emissioni di gas serra.

Leggi tutto...

Cerca nel Sito

Archivio Agenziadistampa 2001-2012

Per Visitare il vecchio archivio Articoli di Agenziadistampa.eu andate alla pagina www.agenziadistampa.eu/index-archivio.html

Scienzeonline.com
Autorizzazione del Tribunale di Roma n 227/2006 del 29/05/2006 Agenzia di Stampa a periodicità quotidiana - Pubblicato a Roma - V. A. De Viti de Marco, 50 - Direttore Responsabile: Guido Donati.

Agenziadistampa.eu - tvnew.eu
Direttore Responsabile Guido Donati
Autorizzazione del Tribunale di Roma n 524/2001 del 4/12/2001 Agenzia di Stampa quotidiana - Pubblicata a Roma - V. A. De Viti de Marco, 50

Free business joomla templates