Questo sito utilizza cookie per implementare la tua navigazione e inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più clicca leggi

Sei qui: HomeAutori Scienzeonline.comBotanicaLa luce dei supermercati accorcia la vita dei nostri ortaggi

La luce dei supermercati accorcia la vita dei nostri ortaggi

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Frutta e verdura: nei supermercati invecchiano prima. Colpa della luce

Studi recenti condotti dall'università di La Rioja evidenziano che l'esposizione alla luce artificiale dei supermercati danneggia irrimediabilmente cavolfiori, broccoli, porri, bietole e asparagi.

 

Dopo essere stati lavati, sbucciati, tagliati e confezionati, questi ortaggi vanno conservati al buio e consumati il prima possibile. L'esposizione alla luce - spiegano gli autori della ricerca - accorcia la vita dei broccoli dai 14 agli 11 giorni e quella dei cavolfiori addirittura da 11 a 3 giorni.

Secondo Susan Sanz ,la luce artificiale rovina soprattutto il colore degli ortaggi con scarsa pigmentazione, come i cavoli, i porri e la parte bianca della bietola, che tende a ingiallirsi, mentre nelle verdure a foglia verde è soprattutto la struttura dei tessuti a subire i danni maggiori.

La luce accelera i processi d’invecchiamento degli ortaggi perché aumenta sia i livelli di respirazione che di fotosintesi, provocando l'apertura dei pori attraverso i quali avvengono gli scambi gassosi della pianta con l'esterno. Gli scienziati spagnoli hanno esposto alla luce artificiale alcuni container ortofrutticoli e hanno notato che, a parità di imballaggio, i container illuminati contengono più anidride carbonica e meno ossigeno di quelli conservati al buio.

Per preservare le qualità nutrizionali degli ortaggi, una volta staccati dalla pianta, occorre conservarli a basse temperature in un luogo buio, mantenendo sotto controllo non solo la cosiddetta "catena del freddo", ma anche l'atmosfera del contenitore in base al tipo di verdura. Ogni ortaggio, infatti, reagisce in modo diverso alla luce, a seconda che si tratti di verdura a foglia, infiorescenze o radici.

Il problema – ammettono gli scienziati- è che la merce che arriva nei supermercati deve essere esposta in modo da risultare pienamente visibile al pubblico. I ricercatori spagnoli stanno mettendo a punto un metodo per scegliere la giusta gradazione di luce alla quale esporre gli ortaggi senza danneggiarli. Sarebbe opportuno, comunque, cambiare frequentemente i prodotti esposti per evitare che restino troppo a lungo sotto la luce delle lampade al neon.

Anche la confezione è importante per salvaguardare la salute delle nostre verdure. Sacchetti e pellicole trasparenti, che permettono subito al cliente di verificare la qualità e lo stato di conservazione del prodotto, non fanno bene agli ortaggi, che invece avrebbero bisogno di confezioni opache, magari con una piccola finestrella trasparente al centro per renderli riconoscibili.

Approfondimenti:

Susana Sanz, Carmen Olarte, Fernando Ayala, J. Federico Echávarri. “The response to lighting of minimally processed chard: Influence on its shelf life”. Journal of the Science of Food and Agriculture 88: 1622–1631 (2008)
http://www3.interscience.wiley.com/journal/119141030/abstract?CRETRY=1&SRETRY=0

Veronica Rocco

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Flash News

Concesso in licenza ad un'azienda italo-americana il brevetto sulle molecole anti-HIV sviluppate in una collaborazione tra l'Università di Siena, il CNR di Pavia e l'Università di Genova

Nuove speranze per combattere il virus dell’HIV, responsabile dell’epidemia mondiale di AIDS, arrivano da una famiglia di piccole molecole scoperta dal gruppo del professor Botta dell'Università di Siena, in collaborazione con la professoressa Silvia Schenone dell’Università di Genova e il dottor Giovanni Maga dell'Istituto di Genetica Molecolare (Igm) del Cnr di Pavia.

Leggi tutto...

Cerca nel Sito

Archivio Agenziadistampa 2001-2012

Per Visitare il vecchio archivio Articoli di Agenziadistampa.eu andate alla pagina www.agenziadistampa.eu/index-archivio.html

Scienzeonline.com
Autorizzazione del Tribunale di Roma n 227/2006 del 29/05/2006 Agenzia di Stampa a periodicità quotidiana - Pubblicato a Roma - V. A. De Viti de Marco, 50 - Direttore Responsabile: Guido Donati.

Agenziadistampa.eu - tvnew.eu
Direttore Responsabile Guido Donati
Autorizzazione del Tribunale di Roma n 524/2001 del 4/12/2001 Agenzia di Stampa quotidiana - Pubblicata a Roma - V. A. De Viti de Marco, 50

Free business joomla templates