Questo sito utilizza cookie per implementare la tua navigazione e inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più clicca leggi

Resti di una antica acropoli scoperti in Turchia

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Scoperto in Turchia un antico palazzo governativo di origine neo-assira

La scoperta è stata fatta da un gruppo di archeologi dell'università di Mainz, guidati dal professor Dirk Wicke nell'ambito di un progetto internazionale di scavi archeologici. Gli scavi, condotti fra le rovine di Ziyaret Tepe,nel sud-est della Turchia, hanno portato alla luce i resti di un palazzo governativo neo assiro datato fra il nono e il settimo secolo a.c.

Ziyaret Tepe, antica Tushan, divenne capitale nel secondo millennio a.c., quando l'intera regione cadde sotto il dominio degli Assiri. Secondo le iscrizioni lasciate dal regnante assiro Assurnasirpal, la costruzione del palazzo amministrativo risalirebbe  all'882 a.c.
Gli scavi archeologici hanno portato alla luce parte dell'acropoli e dell'area residenziale. Nelle stanze sono stati rinvenuti affreschi sulle pareti.
La scoperta più sorprendente riguarda la presenza di cremazioni all'interno di pozzi scavati nel cortile del palazzo.
Cinque le installazioni finora scoperte, due delle quali conservano ricchi tesori. All'interno delle tombe gli archeologi hanno trovato uno spesso strato di cenere e resti di ossa bruciate, ma anche oggetti decorativi, come vasi di bronzo, contenitori di avorio, sigilli e pietre preziose,a dimostrazione che i resti rinvenuti dovevano appartenere a personaggi importanti che abitavano nel palazzo.
Gli oggetti sono molto simili a quelli trovati nelle capitali assire di Assur e Klhu/Nimrud, in Iraq.