Questo sito utilizza cookie per implementare la tua navigazione e inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più clicca leggi

REFERENDUM: WWF, RENATO ZERO APPOGGIA SI’ CONTRO NUCLEARE E ACQUA ‘PRIVATA’

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Un SI’ che si aggiunge a quello di altri volti noti come Adriano Celentano, Fiorello e Raffaella Carrà. L’appello del WWF al mondo dello spettacolo, della cultura e della scienza: venite in piazza con noi davanti Montecitorio il 23 e 24 maggio per difendere la democrazia Renato Zero si schiera per il sì ai referendum su acqua e nucleare del 12 e 13 giugno. Il cantautore ha espresso la sua preferenza di voto oggi in diretta durante la trasmissione di Radio 2 ‘Un giorno da Pecora’. Ad uno dei conduttori che gli chiedeva: “E’ vero che andrà a votare ai referendum?”, Renato Zero ha risposto: “Io spero proprio di sì, spero che lo mantengano, dove c’è da votare io voto sempre, astenersi è una forma di vigliaccheria acuta”. E sul nucleare: “Se questo Paese continua ad essere altamente sismico, preferisco la stabilità di un’energia alternativa”, mentre sull’acqua ha dichiarato: “Io voglio acqua pubblica per tutti gratis – e scherzando ha poi aggiunto - anzi io darei anche lo champagne francese gratis a tutti". Lo ha fatto sapere il WWF Italia con una nota, apprendendo con grande entusiasmo il “sì” di Renato Zero, contro il ritorno del nucleare in Italia e la gestione privata dei servizi idrici, che si aggiunge a quello di altri volti noti dello spettacolo come Adriano Celentano, Fiorello e Raffaella Carrà. Il WWF Italia lancia pertanto un appello a tutti i personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura e della scienza invitandoli ad annunciare il proprio “Sì” ai referendum e ad approfittare dello speack corner che sarà allestito per il presidio organizzato dai Comitati referendari  “Vota Sì per fermare il nucleare” e “2 Sì per l’Acqua bene comune” che si terrà davanti Montecitorio il 23 e 24 maggio sotto lo slogan “Il 12 e il 13 giugno SI’ vota per la democrazia”.